Qualche giorno fa è stata la giornata delle donne ed io vorrei raccontarvi di una bambina speciale che sarà una grande donna, una guerriera… perché speciale? Dovremmo riflettere tutti, sulle nostre possibilità e sui nostri limiti…
Martina quando è nata pesava 1150g, nata alla 32a settimana, ricoverata in terapia intensiva per 15 giorni, diagnosi addome acuto complicato da shock e coaugulopatia, per cui è stata sottoposto a intervento chirurgico. Dopo qualche giorno subiva un altro intervento chirurgico. Conseguenza

dei traumi avuti spicchio ischemico emisfero cerebrale destro e epilessia.
Martina è una judoka, ride, scherza, corre fa la monella… ha consapevolezza del suo corpo e piena autonomia di se. Ha imparato a contare fino a 10 in giapponese ed ha molti amici a judo. E’ 2 anni che frequenta i nostri corsi ed ha fatto un percorso personale speciale, veloce e costruttivo… e la cosa più bella è che non ha ancora finito.
Non manca mai agli allenamenti, sempre presente, grazie alla tenacia e alla fiducia dei suoi genitori, e della mamma in particolare che la segue sempre. Per noi è speciale… lo sport come terapia funziona, il judo stimola i sensi e diventa un ottimo conduttore per migliorare se ci sono carenze. Martina sei speciale e noi orgogliosi di te!

Rispondi